Carnale

Carnale è la notte,

la luna è tonda e rossa

odore di mare e d’incenso a profusione

la pelle arroventata sopra il letto

 l’osceno e il sacro

di mai scordate lenzuola.

Carnale io,

impunemente nuda e cruda

la sigaretta in bocca

e occhi socchiusi

a immaginare

quanto possa estendersi

un lembo di pelle all’infinito

tra le dita.

Dovresti turarti le orecchie

e incatenarti intero

per non sentire il fiato del mio canto.

Lunabionda 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...