It’s infernal

“Da morta come da viva, si comportò con me come un vero demonio! Da allora, quando più quando meno, sono stato continuamente preda di quest’intollerabile tormento! E’ infernale…

Quando ero seduto in cucina, mi sembrava che uscendo l’avrei incontrata, quando ero nella brughiera, che l’avrei trovata a casa. Quando ero lontano da casa, mi affrettavo a tornare perchè, ne ero certo, lei doveva essere là. E quando dormivo nella sua stanza, ne ero scacciato, perchè appena chiudevo gli occhi, o era fuori dalla finestra, o entrava in camera, o posava la testa sul cuscino… E allora dovevo sollevare le palpebre e guardare. Cento volte per notte aprivo e chiudevo gli occhi, e ogni volta restavo deluso!”

Tacque e si asciugò la fronte. Le sopracciglia, inarcate fino alle tempie, gli davano un’aria stranamente turbata e l’aspetto penoso di chi vive ossessionato da un’idea fissa.

Emily Bronte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...