Come in uno specchio

Così mi fissa d’improvviso dallo specchio Ofelia,

la ripudiata.

I suoi occhi sono un mare profondo dove affondano senza fine

le mie dita,

petali sfatti dalla luce del giorno.

Ha il volto nudo e gli occhi di luna piena,

una parola atroce ed una di splendore,

la Signora dei molti dolori.

E in quello specchio anch’io mi seppellisco.

Lunabionda

Ph Marta Bevacqua

 

 

Annunci

11 pensieri su “Come in uno specchio

  1. Fu un’improvvisa folata di vento freddo a rivelarla per ciò che era. Finalmente leggera per come si meritava di essere, mosse i piedi verso l’acqua e la nebbia la sostenne.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...