Come una sedia abbandonata all’indietro

nude

Era freddo
imprevedibile quel giorno che ci evitò
i confessionali e queste crisi di nervi irreparabili
come l’ultimo atto di una tragedia

ora il vento raggiunge la tracciabilità
del sudore in un canneto che sgretola
la gola nel rigurgito erotico
di un nome
scomodo come una sedia
abbandonata all’indietro

Sylvia Pallaracci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...