Amore, che mio non sarai

12274470_548022042012887_711123957298563828_n

E

rimarrai nell’emisfero ribelle
dei tentativi, apparterrai
al regno delle ombre
che si cibano di luce effimera
per abitarmi irrimediabilmente
le inesattezze del cuore

dunque, ancora sempre,
amore che mio non sarai
nient’altro che questo perdersi
nella stessa battaglia

e la tua bugia, la forma della mia ferita
e la felicità trascorsa tale nell’illusione
e quello che non è mai esistito eppure
io ho vissuto

come chi non vede immagina i colori,
nient’altro che questo,
amore che mio non sarai

e nuvole che riempono il cielo, rigide, asettiche
immensamente vuote.

Serena Migliorini

Annunci

La Mélancolie

11866225_932685150130319_3456534695152892208_n

Oggi sei tornata
a trovarmi, mia cara
vecchia amica
Malinconia.

Avevo qualcosa
da raccontarti
e mi hai ascoltato
con cura.

Rimarrò sempre
più giovane
di te.

Serena Migliorini

Una notte

859446

Così vorrei una notte
quando suona l’ora del piacere,
verso i tesori del tuo corpo
come un vile arrampicarmi senza rumore,

per punire la tua carne gioiosa,
per straziare il tuo seno pacificato,
e aprire nel tuo fianco stupefatto
una ferita larga e profonda.

E, dolcezza vertiginosa!
Attraverso queste nuove labbra,
più splendenti e belle,
infonderti il mio veleno, sorella.

Charles Baudelaire

A gentile richiesta

11986376_1044035935630512_563267707459727264_n

Che dolore l’amore!
Ho visto un sacco di tipi ridursi come mosche d’inverno, come flaconi crepati, come gomme da masticare masticate,
e io
(io che ho gridato, una volta: questa volta non mi freghi più),
che mi sono strappato mani e piedi (nemmeno fossero stati guanti e ciabatte, guarda),
sono disposto a sputarti la mia lingua, ancora,
a gentile richiesta.

Edoardo Sanguineti

A rilento

Ogni volta che lo rivedo,

il suo sguardo sensuale mi riconduce laddove l’ultimo sospiro ci aveva lasciato.

E nel pensare, la mia carne a rilento si consuma.

Lunabionda (A.)