Senza poesia o ragione

11665435_1012625045438268_7088923519906318479_n

Non era solo attratta da lui.
Lo voleva
senza poesia o ragione.
Quando le parlava
o la toccava,
sentiva qualcosa
scaturirle dall’interno.

Karen Marie Moning

Annunci

Di troppo rosso

12105952_535701816578243_7057293327325746276_n

S’impregnano i pensieri

di troppo rosso

che l’anima non ce la fa a smaltire,

protesa come sempre ed inzuppata a chiedere

un fuoco acceso oltre la polvere

e alla sabbia che m’acceca

un bisogno inestinguibile

che non si può saziare

se non scendendo

a occhi bendati

fino all’ultimo scalino

del mio essere,

lasciato nell’ombra più profonda

a meditare

quanta fatica può costare

la mia indecente e pura

nudità di donna.

Lunabionda (A.)

 

Ma io…

11009091_466295796852179_5873340736417566735_n

Ma io

volevo solo sentire

che suono può fare una carezza

vibrante come lama

sorpresa dal bagliore

nel riflesso allo specchio della Luna,

caduta giù

solo per guardarsi bene

 fino al fondo del pozzo

nei suoi occhi.

Lunabionda (A.)

Invitami a passare la notte nella tua bocca

Invitami a passare la notte

nella tua bocca

mentre dilaga l’urlo del sangue

come un mare nero

che inghiotte fino all’alba

tutto il tuo buio, tutto il mio

una terra di mezzo

dove più non distingui

il senso del pudore e del delirio

corto circuito

che va in profondità dentro la pelle

e spezza ogni catena della mente.

Che fai, mi vuoi invitare?

Lunabionda (A.)

Peccato perfetto

Volevo il peccato perfetto

rumore di petali

sfrangiati dalla luce

su un letto d’oro e polvere

precario

quanto la legge del desiderio

che racchiuso tra le pieghe della pelle

mi coglie

impietosamente scoperta

ad arrostire

in pieno mezzogiorno

 sopra ai rovi.

Lunabionda (A.)